La virtualizzazione con VMware – il minimo per capire cos’è

Spesso si ha l’esigenza di lavorare con diversi sistemi operativi.
Una soluzione, ma non è sempre ottimale, sarebbe di installarli direttamente sulla macchina ed averli disponibili in avvio,in questo modo si guadagna in prestazioni.
Questa però, il più delle volte è una soluzione improponibile, sia per il pc di casa ma anche su medie o grandi società, visto che vanno create delle partizioni apposite per gestire file system diversi, altre partizioni per l’avvio, una accurata gestione dei spazi del disco e anche un sistemista sempre a portata di mano per le criticità.
L’applicativo VmWare nella versione Workstation 7 offre la possibilità di virtualizzare sistemi operativi ed ha molti strumenti per gestirli in rete.
Ci sono diverse piattaforme che consentono questa possibilità, come ad esempio Virtual box, ma Vmware è quella che consente prestazioni migliori, duttili e professionali.
Si può fare di tutto, se si parte da un server linux, invece che riservare una parte di HD partizionato ed installargli che so, Windows server (2008 o 2012) perchè quel particolare applicativo o gestionale gira solo su sistema windows, basta solo avere Vmware Workstation 7 e caricarci sopra tutti i sistemi che vogliamo.
Logicamente, e probabilmente anche più frequentemente, si fa il percorso inverso, vale a dire installare una qualsiasi distribuzione *nix su sistema windows, sia server che nella versione client.
Ricordiamo che i sistemi linux sono tutti open-source, gratis e liberamente scaricabili in rete, quindi possiamo sbizzarirci nel testarli e provarli quanti ne vogliamo virtualizzandoli con questo software, che supporta sia 32 che 64 bit.
Anche volendolo virtualizzare, ricordiamo comunque che microsoft è sistema proprietario e che Windows, come tuttim sanno, non è scaricabile gratuitamente e legalmente in rete, quindi va pagato per essere caricati su macchina anche se “virtuale”.
Ovviamente è roba da professionisti che ha strumenti avanzati di gestione, utilissima anche la possibilità di caricare immagini ISO, nella fase propedeutica all’installazione si può decidere la quantità di Disco da riservare al sistema ospite, la memoria, le interfacce e molto altro.
Le procedure di installazione dei sistemi sono identiche a quelle standard da macchina pulita.
Oltre a questa versione Però ci sono versioni free di questo programma ugualmente valide che potete provare sul vostro pc magari per avvcinarvi al mondo linux.
vmware

I commenti sono chiusi.