Notebook HP650 uno dei migliori portatili di fascia bassa

Nome in codice: HP650 H5K83EA.
Molte persone appena sentono cpu celeron inorridiscono e passano oltre. La pessima fama del “figliastro” di casa intel poteva essere giustificata negli anni 90. In realtà, ora come ora, il celeron dual core di ultima generazione (è un 1000m a 1,8 ghz e 2M di cache) montato sull’hp 650 H5K83EA è abbastanza performante. Il portatile, di colore argento, molto robusto e abbastanza leggero, viene fornito con un banco di ram da 2gb DDR3 a 1600mhz facilmente upgradibile smontando la batteria, svitando 2 viti e togliendo lo sportellino. Non consuma e non scalda molto (retroilluminazione a led) e la batteria regge anche per 6h, ma si sa, questo dipende dall’uso. E’ ovviamente inadeguato per qualsiasi tipo di gaming o modellazione tridimensionale, ma ad esempio lavora discretamente con programmi grafici vettoriali in 2d come autocad o fotoritocco tipo gimp. La connettività WI-FI è del tipo 802.11b/g/n ed ovviamente ha anche una gigaethernet e supporta il bluetooth 4.0. Le porte USB sono soltanto 3 e nessuna ha la 3.0, dovrete accontentarvi della 2.0. Fa abbastanza tenerezza, ed è il vero punto debole, il chipset video intel grafic integrato che è comunque un HD, quindi potete tranquillamente navigare, guardare film, andare su youtube od ascoltare musica, oltretutto l’audio ha anche una resa molto buona e non distorce grazie all’altoparlante altec lansing. Completano il tutto 1 porta HDMI e l’hd da 500gb da 5400rpm.
Discorso a parte per il sistema operativo. Esce di fabbrica con con linux ubuntu, ma la prima cosa che ho fatto è stata creare una partizione in NTFS, scaricarmi in 5 minuti tutti i driver windows dal sito dell’hp e installarci sopra win7 professional, e credetemi, lo regge benissimo.
A mio avviso è un portatile da “smanettone” o comunque da lavoro, un lavoro che non sia certo video editing o simile. Stiano alla larga giocherelloni adolescenti o utenti alle prime armi, Il pc va usato con una certa “maturità” stando attenti a gestire con cautela le risorse di sistema e non tenendo molte applicazioni aperte insieme.
Si può acquistare in negozi tradizionali oppure on-line per un costo che si aggira al massimo intorno ai 260 euro, lo stesso prezzo di uno smartphone di media qualità per intenderci, ed è proprio su questa base che va valutato.
La mia simpatia verso questo portatile sta nel fatto che, se viene paragonato ad un prodotto che costa il doppio (se non il triplo), alla resa dei conti, quest’ ultimo, in più ha soltanto una porta usb un po’ più veloce, un banco di ram (che costa 20 euro) e un sistema operativo (che ripeto, volendo si può sempre installare dopo) prodotto a Redmond che specie nell’ultima versione lascia molte perplessità.hp650

One thought on “Notebook HP650 uno dei migliori portatili di fascia bassa